Il Bitcoin Dominance Rate (BTCD) è in aumento dal 2 settembre e ha mostrato diversi segnali di inversione rialzista. Tuttavia, è ancora scambiato al di sotto di un importante livello di resistenza a lungo termine.

Livelli a lungo termine

Il BTCD si è spostato verso il basso da quando ha raggiunto un massimo del 73,02% il settembre 2019. Durante questo periodo, il tasso ha seguito una linea di resistenza discendente.

Nel febbraio 2020, il BTCD ha raggiunto l’area del 62% e ha creato un lungo stoppino inferiore, per poi risalire e convalidare nuovamente la linea di resistenza. Tuttavia, nell’agosto 2020, il BTCD è sceso al di sotto di quest’area e da allora è in calo.

Gli indicatori tecnici sul lasso di tempo settimanale sono leggermente rialzisti, poiché la RSI ha formato una divergenza rialzista e si è spostata al di fuori della sua regione di ipervenduto. Tuttavia, l’oscillatore stocastico deve ancora iniziare a muoversi verso l’alto, figuriamoci fare un cross rialzista.

Se il tasso continua a scendere, il livello di supporto successivo si trova al 53%.

Movimento attuale

Il trader di Cryptocurrency @anbessa100 ha delineato un grafico di dominanza Bitcoin Future, affermando che è stato respinto da un importante livello di resistenza ed è probabile che diminuisca.

Uno sguardo più attento alla mossa non mostra una struttura chiara, ma rivela un movimento verso l’alto da un minimo del 57,51%, raggiunto il 2 settembre. Inoltre, il prezzo ha creato una candela rialzista inghiottita il 6 ottobre.

Le aree di resistenza più vicine si trovano rispettivamente al 61,3% e al 62,6%, mentre non c’è una chiara area di supporto. Gli indicatori tecnici sull’arco temporale giornaliero sono rialzisti. Tutti e tre gli: MACD, RSI e oscillatore stocastico sono in aumento, con quest’ultimo che ha fatto un cross rialzista e un RSI sopra i 50.

Pertanto, potrebbe verificarsi un breakout verso il 62,6%, che convaliderebbe anche la resistenza a lungo termine delineata nella prima sezione. Tuttavia, fino a quando il prezzo non si stacca dall’area del 62%, non possiamo considerare il trend rialzista a lungo termine.

Per concludere, mentre la BTCD ha dato segnali di inversione rialzista, la tendenza non può essere considerata rialzista a meno che il tasso non aumenti oltre il 62%.